top of page

Milleproroghe e lo scudo penale per i medici: un commento del Dott. Paolo Piras

Si è recentemente concluso il 55° Congresso Nazionale O.T.O.D.I. (Ortopedici e Traumatologi Ospedalieri D'Italia), tenutosi il 13 e 14 Giugno u.s. a Firenze e nel quale si è parlato anche di responsabilità medica e di depenalizzazione dell'atto medico.

Alla responsabilità medica ed in particolare alla responsabilità sanitaria penale è stata dedicata una intera sessione con intervento di illustri relatori tra cui, oltre al nostro Presidente e Segretario e ad altri Soci, anche la Dott.ssa Patrizia Piccialli, Presidente Titolare della 4^ Sezione Penale della Suprema Corte di Cassazione ed il Dott. Paolo Piras, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Sassari.

A margine di tale approfondito dibattito, portiamo all'attenzione dei Soci un contributo video del Dott. Piras a commento dello scudo penale di un anno introdotto con la pubblicazione nella Gazzetta della Legge del 23 febbraio 2024 n. 18 di conversione del Decreto Milleproroghe (D.L. del 30 dicembre 2023 n. 215).

Come noto, il Decreto Milleproroghe, agli artt. 8-septies e 8-octies, affrontava la limitazione della punibilità del medico e, nello specifico:

8 -septies . "La limitazione della punibilità ai soli casi di colpa grave prevista, per la durata dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19, dall’articolo 3 -bis del decreto-legge 1° aprile 2021, n. 44, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 maggio 2021, n. 76, si applica altresì ai fatti di cui agli articoli 589 e 590 del codice penale commessi fino al 31 dicembre 2024 nell’esercizio di una professione sanitaria in situazioni di grave carenza di personale sanitario".

8 -octies . "Ai fini di cui al comma 8 -septies , si tiene conto delle condizioni di lavoro dell’esercente la professione sanitaria, dell’entità delle risorse umane, materiali e finanziarie concretamente disponibili in relazione al numero dei casi da trattare, del contesto organizzativo in cui i fatti sono commessi nonché del minor grado di esperienza e conoscenze tecniche possedute dal personale non specializzato".


Di seguito le considerazioni del Dott. Piras, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Sassari.


 



Comments


bottom of page